Direttore Generale: Liliana Fratini Passi

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Chi siamo
 
 
 
 

Liliana Fratini Passi

Direttore Generale CBI S.c.p.a.

 

 

 

Dopo aver conseguito la Laurea in Economia e Commercio presso l'Università la Sapienza di Roma nel 1995, prosegue la sua formazione con il Master in Economia e Management degli intermediari Finanziari ed Assicurativi presso la Business School LUISS di Roma.

 

Ha iniziato la sua esperienza in ABI – Settore Finanza -  per il Progetto Euro (’96-’98), entrando poi a far parte del team di start-up di Wind Telecomunicazioni nella Direzione Finanza.

Nel 2001 rientra in ABI per curare lo start-up dell’Associazione per il Corporate Banking Interbancario (ACBI) nel ruolo di Responsabile della Segreteria Tecnica e nel 2008, a seguito della trasformazione dell’ACBI in Consorzio CBI, ne diviene Segretario Generale. Nel 2011, in seguito ai molteplici progetti di innovazione portati avanti, viene nominata Direttore Generale, carica confermata con la trasformazione del Consorzio CBI in CBI S.c.p.a. avvenuta in data 26 giugno 2019.

 

Ricopre diversi incarichi nazionali ed internazionali: è attualmente Vice presidente UN/CEFACT per il Programme Development Area (PDA) International Supply Chain (Pay); dal 2013 ricopre anche la carica di UNECE – UN/CEFACT liaison rapporteur verso ISO TC 68 (Comitato Tecnico sui servizi finanziari) ; è componente del Board di ISO20022 RMG (Registration Management Group).  Presso UN/CEFACT, dal 2015 al 2020 ha assunto il ruolo di coordinatrice del Dominion Finance and Payment all’interno del PDA International Supply Chain”; nel biennio 2018-2019, è stata Presidente del Gruppo di Lavoro “Servizi Finanziari” del Comitato Nazionale sulla Trade Facilitation nominata con Decreto MISE dell’11 dicembre 2017; nel 2008 è stata inoltre componente presso la Commissione Europea nell’Expert Group on E-Invoicing contribuendo alla redazione del primo Final Report on e-Invoicing.

Ad aprile 2019 è stata nominata Consigliere di UNINFO, divenendo membro del Consiglio Direttivo. 

 

È inoltre membro del Comitato Scientifico EURISPES,Membro del Consiglio Direttivo dell’Associazione Nazionale per lo Studio dei Problemi del Credito (A.N.S.P.C.), Membro dell’Advisory Board della Rivista Bancaria, Minerva Bancaria, Membro Comitato di Programma – divisione Banche di CeTIF per il triennio 2021 – 2023, componente CdA Associazione Civita.

 

Liliana Fratini Passi è esperta sui temi afferenti open finance, e-payments, financial value chain e Big Data analytics, ma anche in tema di gender gap nel settore finanziario.

 

Tra i progetti di innovazione portati avanti sotto la sua responsabilità si citano negli ultimi anni:

  • 2019 - in corso: sviluppo di un ecosistema di open finance attraverso CBI Globe, per facilitare l’interconnessione tra prestatori di servizi di pagamento e lo sviluppo di servizi a valore aggiunto tramite API
  • 2017- 2019: in relazione alla Direttiva PSD2 a CBI sono state affidate – per l’industria bancaria italiana – tutte le attività di standardizzazione e la realizzazione di un Gateway collaborativo chiamato CBI Globe (www.cbiglobe.com)  per interconnettere le Terze Parti e gli Istituti di radicamento del conto (c.d. ASPSP)
  • 2017: sviluppo servizio Big Data CBI cooperativo per aumentare la capacità predittiva delle banche e sviluppo servizio Mutuitel, insieme a Notartel
  • 2016: ampliamento del Servizio CBILL interconnesso con pagoPA. CBILL (www.cbill.it) consente la consultazione e il pagamento online dei bollettini ed avvisi di pagamento
  • 2013: lancio della funzione “Fattura PA”

 

E’ autrice di numerosi articoli di approfondimento sui temi sopra detti su riviste e quotidiani nel settore finanziario sia nazionali che internazionali.

 

E’ stata insignita del premio “La colomba della Civiltà” conseguito a dicembre 2013, dall’Associazione “Alba del Terzo Millennio” “un riconoscimento alle attività professionali promosse in questi anni in favore del sistema bancario italiano con particolare riguardo a quelle svolte per lo sviluppo del Consorzio CBI nella promozione presso le Istituzioni italiane ed internazionali di servizi di dematerializzazione dei documenti contribuendo  in particolare all’innovazione ed ammodernamento dei processi finanziario-amministrativo-contabili della Pubblica amministrazione, per il tramite delle infrastrutture del sistema bancario con particolare riguardo al CBI, ideato dall’Associazione Bancaria Italiana e sotto la cui egida il Consorzio CBI esprime la propria missione”.

 

A giugno 2019, per la categoria “Imprenditoria” le è stato conferito il Premio Margutta con la seguente motivazione:

 

Per il professionale e qualificato contribuito, alla guida del Consorzio CBI, a rendere efficiente il mondo della finanza, delle imprese, della pubblica amministrazione e della società civile, attraverso la digitalizzazione dei rapporti finanziari nonché l’elaborazione di servizi e piattaforme condivise, anche a livello internazionale.  I valori d’azienda, che vanno dalla determinazione, al coraggio, alla disponibilità, all’eccellenza, all’appartenenza ed alla lungimiranza, trovano in Lei una appassionata e convinta interprete.  Dette posizioni, traslate nell’impegno quotidiano, vengono arricchite con un forte coinvolgimento sociale, richiamato da premi e riconoscimenti.”

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

CBI S.c.p.a - C.F. e n. Reg. Imp. di Roma 97249640588

R.E.A. N. 1205568 - Capitale Sociale 920.474 euro i.v. - Partita IVA  08992631005