Kit di Certificazione

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Servizio CBI
 
 
 
 

Ogni Soggetto che - sulla Nuova Architettura CBI - utilizzi o sviluppi una applicazione preposta alla diagnostica dei file e dei messaggi CBI, deve sottoporre la stessa ad un processo di certificazione ed autocertificazione stabilito dal CBI.

 

Ciò viene fatto per garantire che ogni diagnostico utilizzato nell'ambito della Nuova Architettura CBI copra un insieme significativo di funzionalità a garanzia di un grado ottimale di capacità di dialogo tra applicazioni governate da Strutture Tecniche differenti. 

 

Questo in particolare nella consapevolezza che la certificazione del CBI è resa sulla base di attività di test che, in quanto tali, non possono esaurire la casistica degli eventuali errori di compilazione dei singoli campi contenuti all'interno dei supporti logici oggetto di scambio; si rende in ogni caso necessaria da parte dei Soggetti una propria attività di controllo aggiuntiva e non sostitutiva di quella che viene svolta dal CBI.

 

La documentazione presente in questa sezione ha l'obiettivo di definire i passi principali, le attività da svolgere e la documentazione da rilasciare nell'ambito del processo di certificazione al fine di ottenere, per ogni diagnostico in esame, un'attestazione rilasciata dalla Segreteria Tecnica del Consorzio che ne sancisca l'idoneità all'utilizzo nell'ambito dei nuovi Servizi e del Porting degli attuali Servizi CBI.

Si fa presente che l'indirizzo email di riferimento per questa sezione è: certificazionediagnostici@cbi-org.eu .

 
 
 
 

Per accedere ai contenuti di questa sezione è necessario eseguire il login o in alternativa, se non sei ancora registrato, effettuare la registrazione tramite il pulsante in alto a destra.

 

 
 
 
 
 
 
 
 
 

Consorzio CBI

R.E.A.  N. 1205568 - C.F. e n. Reg. Imp. di Roma 97249640588 - Partita IVA  08992631005