Il "Consorzio Customer to Business Interaction - CBI" è stato creato il 20 maggio 2008 in prosecuzione delle attività gestite dall'Associazione per il Corporate Banking Interbancario (ACBI), nata nel 2001.

 

Il Consorzio CBI definisce in ambito cooperativo le regole e gli standard tecnici e normativi del "Servizio CBI", del "Servizio CBILL" e dei servizi di Nodo, nonché gestisce l'infrastruttura tecnica di connessione tra i Consorziati, per consentire agli stessi di realizzare, in via telematica, il collegamento ed il colloquio con la clientela, in ottica di interoperabilità a livello nazionale ed internazionale, per l'erogazione degli stessi servizi.

 

Il servizio storico sviluppato ed evoluto nel corso degli anni è il Servizio CBI, che permette all'impresa di ottimizzare l'intera catena commer­ciale-finanziaria, affiancando ai servizi di incasso, pagamento ed informativi ulteriori servizi di gestione documentale, garantendo la piena interoperabilità tra i formati adottati dalle diverse comunità finanziarie internazionali.

 

Di recente è stato implementato il Servizio CBILL per permettere agli Istituti Finanziari di offrire agli utenti di Home Banking e/o Corporate Banking la consultazione e il pagamento di "bollette" emesse da soggetti "Fatturatori", in modalità multibanca e multicanale.

 

Inoltre, a fronte di una crescente domanda della P.A. Centrale volta ad abilitare un efficiente colloquio con l'industria bancaria, il Consorzio CBI ha sviluppato i servizi di Nodo CBI, che permettono l'accesso diretto alla rete CBI da parte delle P.A.C. per la disposizione di pagamenti ed incassi verso l'industria bancaria.


Nell'ambito delle sue attività, il Consorzio CBI svolge altresì attività di certificazione dei soggetti abilitati ad operare sulla rete, interposti tra i Consorziati e la clientela nella erogazione del Servizio CBI (Soggetti Tecnici del Consorzio), attività informativo - formative, convegnistiche, promozionali e divulgative in genere in materie attinenti alla propria attività, nonché, nel rispetto delle norme e delle riserve di legge, servizi strumentali e complementari da offrire agli Istituti Finanziari nell'ambito del corporate banking, avvalendosi anche della collaborazione di società, istituzioni ed enti, di carattere pubblico e privato, nazionali ed internazionali, sulla base di apposite convenzioni e accordi.

Il Consorzio CBI può assumere partecipazioni in società ed enti.

Possono partecipare al Consorzio l'Associazione Bancaria Italiana e le banche, gli intermediari finanziari e gli altri soggetti autorizzati ad operare, sulla base delle proprie leggi nazionali e delle regole europee, nell'area dei servizi di pagamento in Italia e nel territorio dell'Unione Europea.